19-20 gennaio: fine settimana su* prigionier* politic*

Riceviamo e diffondiamo:

Un fine settimana su* Prigionier* Politic*, al CS()A il Molino, Viale Cassarate 8, Lugano.

Incontro con vari collettivi per aggiornamenti, scambi sulle lotte, musica e festa!!

Per vedere il volantino clicca qui. Di seguito il programma della 2 giorni.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Nuovo numero del bollettino della Rete in Difesa del Popolo Mapuche

A dicembre è uscito il bollettino numero 5 della Rete in Difesa del Popolo Mapuche. Disponibile in PDF qui.

Per aggiornamenti e approfondimenti visita il sito della Rete Internazionale in Difesa del Popolo Mapuche.

Posted in Generale | Leave a comment

Basilea: attaccato ufficio di collocamento

Fonte: roundrobin.info

“Ognuno che non si lascia sfruttare a sufficienza viene isolato e subisce sempre di più la pressione.

Il sussidio di disoccupazione o altri aiuti sociali vengono concessi solo a coloro che si sottomettono: mediante sanzioni e misure disciplinari le persone vengono sorvegliate, umiliate e costrette ad accettare lavori precari.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Marsiglia: ogni frontiera è una guerra, ogni frontiera è una prigione.

Fonte: sansattendre.noblogs.org

Questo testo è stato diffuso a Marsiglia nei mesi di ottobre/ novembre 2017. È inteso come contributo alla lotta contro le frontiere, il controllo e la reclusione come tali, in un contesto di mobilitazioni contro le espulsioni di persone considerate dallo Stato come indesiderabili. Dalle Hautes Alpes a Ventimiglia, passando dalla valle del Roya e Marsiglia parecchie sono quelle/i che organizzano un sostegno materiale, per aiutare il passaggio delle frontiere e aprire degli spazi di alloggio che non dipendano dalle logiche di smistamento/separazione e di gestione da parte delle istituzioni e dei loro sostituti associativi/umanitari.

 

Il potere afferra ogni occasione per rafforzare il suo arsenale di controllo e di repressione. Qualche ora dopo l’attacco con un coltello che aveva ammazzato due persone alla stazione di Marsiglia St-Charles, sono stati fatti degli annunci concernenti un futuro piano di costruzione di celle nei centri di detenzione. In tutto questo apprendiamo che i lavori al CRA di Canet per aumentare le capacità di imprigionamento da 60 a 138 persone avverranno in dicembre, cosa che di seguito moltiplicherà le retate, gli arresti e le espulsioni. Sulla stessa onda il governo intende portare la durata d’imprigionamento in un centro di detenzione da 45 a 90 giorni e creare anche dei centri di residenza assegnati in prossimità degli aeroporti per accelerare l’espulsione delle persone colpite dal regolamento Dublino.

Al di là del sostegno portato alle persone minacciate d’espulsione ci importa alimentare delle dinamiche di lotta autonome che rifiutino il dialogo con gli attori istituzionali e che esplorino dei percorsi di solidarietà e d’offensiva di fronte alla caccia ai poveri che s’intensifica ogni giorno.

Da qui la proposta fatta nel testo che segue di sottolineare chiaramente le diverse responsabilità delle strutture implicate nella macchina di imprigionamento e d’espulsione, che non consideriamo come interlocutori ma come nemici da combattere. Questa proposta non chiede altro che essere sviluppata e precisata, sia da altri contributi scritti e dalla discussione, ma anche nella pratica.

Oggi come ieri, qui come ovunque: distruzione dei centri di detenzione, libertà per tutte! Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Le ambivalenze di un simbolo

Riportiamo un’intervista alla filosofa Rosella Prezzo sul tema del “velo”. Pur non condividendo per forza tutte le sue posizioni, queste riflessione forniscono degli spunti interessanti sul dibattito riguardante la legge razzista approvata a livello ticinese sul “divieto della dissimulazione del volto” e della campagna politica per un’adozione a livello federale della stessa.

Un’intervista con Rosella Prezzo, filosofa e autrice di «Veli d’Occidente»,per Moretti&Vitali. L’intreccio tra velo, verità e svelamento è tra i nessi più persistenti e tuttavia foriero di malintesi. «Lo sguardo coloniale è entrato a far parte di quello che si può chiamare il nostro inconscio storico» Nella «società della trasparenza», chi si rende visibile è altrettanto innocuo. Sembra questa la sintesi di una serie di malintesi relativi anche e non solo al velo, in particolare quello islamico, attorno a cui si sono affastellate molte congetture e interpretazioni.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Uscita del numero 4 di Rizoma

Fonte: rhizom.noblogs.org

Uscito a dicembre il nuovo numero di Rizoma, bollettino anarchico in sostegno alle lotte contro l’ingegneria genetica e il mondo che la produce.

Versione in PDF disponibile qui. Dall’editoriale:

In Rizoma viene sempre sottolineata l’importanza dell’autonomia della lotta contro le nocività generate dall’ingegneria genetica. Essendo anarchicx, per cui intraprendendo una lotta più ampia contro ogni autorità, risulta chiaro che anche quando si affronta uno dei tanti aspetti del dominio, non ci sia alcuna intenzione di dialogare con le istituzioni e i responsabili di qualsiasi oppressione. La nostra ambizione non è certo migliorare le condizioni di dominio, bensì la libertà da ogni dominio. Detto ciò, nel percorso di lotta contro l’ingegneria genetica, non accettiamo né alcuna moratoria, né qualsiasi rassicurazione da esperti o specialisti che provano a convincerci di non correre alcun pericolo con gli OGM.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Sabato 23 dicembre a Lugano: Corteo antirazzista, antifascista, anticapitalista e contro ogni frontiera

Riceviamo e diffondiamo:

Pace non cerchiamo. A guerre e razzismo ci ribelliamo!

Sabato 23 dicembre: Corteo antirazzista, antifascista, anticapitalista e contro ogni frontiera a Lugano. Ritrovo alle 14.00 in Piazza Molino Nuovo.

I SEGNI DI UNA PACE TERRIFICANTE – Provano a farci credere che va tutto bene…

Posted in Generale | Leave a comment

23.12.2017 – I SEGNI DI UNA PACE TERRIFICANTE

Intro: PASSATA LA FESTA GABBATO LO SANTO:

TESTO DELLA GIORNATA:

“Oggi non è tanto il rumore degli scarponi che dobbiamo temere, quanto il silenzio delle pantofole”

Giunge dicembre e ritorna la consuetudinaria ritualità natalizia: laide decorazioni illuminano le tristi costruzioni, le persone si riversano nelle strade e nei negozi per inseguire acquisti, le espressioni sui volti mutano dall’indifferenza all’ipocrisia, accompagnate dai molti sorrisi falsi e dalle numerose conversazioni artefatte.

Insomma, le distrazioni non vengono a mancare. Possiamo ammirare panettoni e agnelli nelle corsie dei supermercati e gli ultimi modelli di smartphone nelle vetrine, possiamo imbastire lussuosi banchetti e brindare ai benefici del capitalismo. Ci sono merci per le quali i confini non esistono e invece persone da relegare in carcere perché senza documenti. Due pesi, due misure. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

E’ QUI LA FESTA… RIVELAZIONI OSSIMORICHE IN AVVENTO DI CATASTROFE

Un contributo pre-corteo del 23 dicembre 2017 a Lugano

La vera catastrofe è che tutto continui come prima. Così Walter Benjamin si esprimeva nei primi anni Quaranta del secolo scorso, mentre si accingeva ad affrontare le estreme conseguenze della barbarie nazifascista. Mentre tentava disperatamente di scappare (alla stregua di molta umanità di questo presente), cercando invano un varco nella ramina franco-spagnola, il filosofo ebreo-tedesco aveva capito che il suo e il nostro disastro non risiedeva tanto nel rumore degli stivali e dei mitra della gestapo, ma nel silenzio complice delle pantofole. In tutti coloro che si affidano alle comodità domestiche del progresso, pur di raccontarsi che in fondo va bene così, che tutto possa essere mantenuto fuori dall’uscio di casa, continuando a vivere come sempre.
Alcuni anni prima di Benjamin, alle prese con l’imminente stessa barbarie, Antonio Gramsci aveva definito l’indifferenza come il peso morto della storia. Un peso morto ma che agisce, poiché in grado di operare potentemente, attraverso la sua passività. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

23.12.2017 – PASSATA LA FESTA GABBATO LO SANTO!

“festa” era in realtà il corteo “antirazzista, antifascista, anticapitalista e contro ogni frontiera”
(una madre, ticinonews 20.12.2017)

Sembrerebbe il famoso proverbio partenopeo: passata la festa e subito ce ne si dimentica.
Ma a noi di dimenticare proprio non interessa, anzi: è la memoria puntuale che permette di leggere questo presente .
Un presente “gabbato” dove da festeggiare c`è ben poco. E per chi avesse problemi di memoria, ci pensano puntuali gli scribacchini del potere, a ricordarci, confermandocelo per l’ennesima volta, quel “delirio securitario” che quotidianamente vomitano e di cui si nutrono per sopravvivere. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

“È razzismo, imbecille!” di Lorenzo Kom’boa Ervin

Fonti: renersé.co e theanarchistlibrary.org

Lorenzo Kom’boa Ervin è un ex membro del Black Panther Party (BPP). Da quando aveva 12 anni, è attivo nel NAACP (National Association for the Advancement of Colored People), in seguito diventa attivista contro la guerra nel Vietnam, prima di entrare nel BPP alla fine degli anni ’60. Nel 1969, fa parte delle Pantere Nere che dirottano un aereo per Cuba al fine di fuggire a una condanna negli Stati Uniti, accusate dell’omicidio di un dirigente del Ku Klux Klan. Dopo un esilio a Cuba e in Cecoslovacchia, viene catturato dalle autorità statunitensi e trascorre quasi 15 anni in carcere. Militante dell’autonomia nera, ha scritto “Anarchism and the Black Revolution”. 

Reagendo a uno dei miei scritti sul racial profiling e la polizia nel Michigan, un bianco “radicale” mi ha “rimproverato” di parlare di questa forma di repressione poliziesca come di un delitto di “guida in stato di essere nero”, dato che lui, un bianco, era già stato arrestato per colpa dei suoi “capelli lunghi”. Ha aggiunto che bisognerebbe che mi concentri sulle “questioni di classe”, piuttosto che su “mere questioni razziali”. Dato che non volevo rispondergli con una lettera personale, e che francamente non avevo nessuna voglia di iniziare per l’ennesima volta una discussione con un radicale bianco di classe media arrogante, ho deciso di farlo con questo testo.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Sulla collaborazione del governo svizzero con la Libia

L’11 dicembre Amnesty International ha pubblicato il rapporto “Libia: un oscuro intreccio di collusione”, denunciando la complicità dei governi europei (e della Svizzera) con le torture e le violenze contro decine di migliaia di migranti e rifugiate/i detenute in Libia.

Nello specifico, nel testo di presentazione che accompagna la pubblicazione del rapporto, si legge che la Svizzera collabora attivamente con le autorità libiche, nello specifico nell’ambito del Processo di Khartoum1 e del Gruppo di contatto per il Mediterraneo centrale (GCMC)2, che raggruppano degli Stati africani ed europei, particolarmente toccati dalle migrazioni che attraversano il Mediterraneo. L’ultimo incontro del Gruppo di contatto si è svolto a metà novembre a Berna, su invito della Svizzera. La Svizzera inoltre ha messo 1 milione di franchi a disposizione dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM), destinati alla formazione all’equipaggiamento delle guardie costiere libiche.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Germania: cinque mesi dopo il G20… nuova ondata di perquisizioni in diverse città

Fonte: sansattendre.noblogs.org

Martedì 5 dicembre, cinque mesi dopo gli scontri che avevano scosso la città di Amburgo in occasione del G20, la polizia tedesca ha effettuato una serie di perquisizioni contro dei centri sociali, delle sedi di sindacati e degli appartamenti privati.

In totale, su richiesta della commissione speciale “Black Block”, al mattino presto sono stati perquisiti 24 luoghi. Questa commissione, che raggruppa 160 poliziotti, è stata messa in piedi specificamente per ritrovare i/le responsabili dei “disordini dell’ordine pubblico” che avevano perturbato il G20 e messo in subbuglio capi di Stato e media capitalisti. Le perquisizioni si sono svolte in tutta la Germania: ad Amburgo, a Berlino, a Colonia, Bonn, Sieburg, Göttingen, Stoccarda e nella Bassa Sassonia.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Zurigo: perquisizioni alla biblioteca anarchica Fermento

Fonte: finimondo.org

Giovedì 30 Novembre, attorno alle 16, una dozzina di agenti della polizia cantonale, in borghese e in uniforme, armati di un mandato di perquisizione, si sono introdotti nei locali della biblioteca anarchica Fermento, nella Josefstrasse 102 a Zurigo. Il presunto reato: “Pubblica istigazione a commettere crimini e atti di violenza”.
Come abbiamo appena appreso, già dieci giorni prima 3 agenti del Dipartimento di investigazione criminale della polizia cantonale si erano introdotti nella biblioteca. Anche allora utilizzando la stessa dichiarazione: la vetrina della biblioteca sarebbe un’istigazione a commettere crimini e violenze contro imprese e privati, cosa che è da inquadrare nel contesto dei recenti attacchi incendiari contro la costruzione del PJZ [nuovo palazzo di giustizia] e della prigione “Bässlergut” a Basilea.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Sciopero nel carcere di Thorberg (BE)

Fonte: barrikade.info

22/11/2017

Dall’ultimo venerdì (17.11) nella prigione di Thorberg nel canton Berna scioperano attorno ai 50 prigionieri. Secondo i media borghesi chiedono un salario più alto, più sfera privata e un vitto migliore.

Lunedì un’unità di polizia in passamontagna ha assalito varie celle e ha portato via nove scioperanti. Secondo i media borghesi quattro si trovano nelle celle d’isolamento (“Bunker”) e degli altri cinque non si saprebbe dove li hanno portati. A tutti gli altri detenuti scioperanti è stato vietato l’accesso allo spaccio interno, all’ora d’aria e altre cose. Secondo i giornali borghesi a partire da oggi (mercoledì 22 novembre) inizieranno lo sciopero della fame altri 40 prigionieri.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Manipolazione, messa in scena, danneggiamento.

Fonte: barrikade.info

Riportiamo un comunicato a proposito del processo contro 10 compagnx a Basilea, a cui va tutta la nostra solidarietà. Pensiamo sia importante che chiunque frequenti spazi occupati legga quanto segue, al fine di evitare di dare al collettivo “Voina” altre occasioni di fomentare attacchi repressivi da parte dello Stato.

Ci siamo: 10 amic*, vicin* e coinquilin* all’interno dello stesso progetto abitativo in Wasserstrasse si trovano questa settimana (dal 20 al 24 novembre 2017) davanti ad un giudice nelle vesti di accusatx. Le accuse, anche pesanti, sono tra l’altro: violazione di domicilio, furto, aggressione, sequestro, tentate lesioni aggravate.

Di seguito il comunicato di alcun* abitanti di Wasserstrasse implicat* nel processo „Voina“.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Traduzione: Crew 38 – Supporto agli Hammerskins

Fonte: RedazioneRossoeNera
Tradotto da: https://www.antifa.ch/crew-38-support-fuer-hammerskins/

Da inizio millennio la rete di supporto Crew 38 (3 = C, 8 = H, Crossed Hammers, il logo degli Hammerskins) serve i rami europei degli Hammerskins quale piattaforma di reclutamento per potenziali nuovi membr*. Acquistando e indossando diversi articoli del merchandising Crew 38 gli*le estremist* di destra possono esprimere la loro simpatia per la rete internazionale della Nazione Hammerskin. Agli eventi organizzati dalla Crew 38 per gli*le estremist* di destra è possibile stabilire contatti con esponenti degli Hammerskins, i quali in pubblico non si mostrano come tali. Gli stessi Hammerskins svizzeri affermano che il denaro raccolto in tali occasioni serve in sostegno alle famiglie dei membri arrestati o deceduti.

Crew 38 come etichetta

In Svizzera l’etichetta Crew 38 si conosce da oltre 10 anni. La casella postale è stata custodita dall’Hammerskin Thomas Wermelinger di Sempach. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

La politica italiana in Libia

Fonte: romperelerighe.noblogs.org

Ciò che accade al largo delle coste e all’interno del territorio libico è davvero rappresentativo dei tempi ignobili in cui viviamo.
Con lo spudorato pretesto della “lotta ai trafficanti di uomini”, lo Sato italiano sta lautamente finanziando signori della guerra, guardie e milizie (quello che si definisce maldestramente “governo libico”) per il controllo e l’internamento di massa dei poveri in fuga. Pattugliamenti e respingimenti sulle coste del Meditteraneo, detenzione nei campi di concentramento libici di circa seicentomila persone, costruzione di un muro nel deserto lungo il confine con il Niger, il Ciad e il Mali. Le stesse milizie che si sono arricchite per mesi con i viaggi della disperazione, ora sono pagate per impedirli.Sono le stesse milizie a cui l’ENI delega la difesa armta dei propri pozzi. Nei trentaquattro campi di concentramento si praticano quotidianamente torture, violenze, stupri. L’importante è che la merce umana non richiesta non venga a turbare i sogni di ordine e sicurezza in Italia e in Europa. Il resto non è affar nostro, giusto? D’altronde, con la Turchia di Erdogan non si sono stipulati gli stessi accordi?

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Quando migrazione fa rima con detenzione ed espulsione

Fonte: renverse.co

A Ginevra, una cinquantina di persone sono attualmente in detenzione amministrativa, per l’unica ragione che gli è stato negato un permesso di soggiorno nel territorio svizzero. E’ il caso di R, tunisino, respinto, arrestato in ottobre mentre usciva dall’Ufficio cantonale della popolazione e della migrazione (OCPM), dove si era recato per rinnovare la sua carta bianca che gli permette di ottenere «l’aiuto d’urgenza«. Attirato dal mito di un’Europa dei “diritti umani” e della prosperità per tutti/-e, R si è trovato, invece, di fronte a una politica migratoria che considera gli esseri umani come dei numeri da gestire, selezionare, rinviare…

Mentre ci si commuove per le tragiche morti dei/delle migranti sparse lungo le vie dell’esilio, è necessario rammentare i miliardi investiti, non nell’accoglienza, ma nella repressione e nella costruzione di una fortezza infrangibile alle frontiere?

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

25 novembre, Zurigo: giornata di lotta contro tutte le forme di violenza contro le donne

Fonte: barrikade.info

17/11/2017

Appello per una passeggiata serale femminista, sabato 25 novembre 2017, alle 16:30, Polyterasse, Zurigo.

Il 25 novembre 1981, alla prima riunione internazionale delle femministe latinoamericane e caraibiche, la stessa data fu dichiarata giornata di lotta alla violenza contro le donne. Retroscena della data è il 25 novembre 1960, quando nella Repubblica Dominicana tre sorelle furono assassinate per la loro solidarietà con dei movimenti politici d’opposizione alla dittatura nel paese. La lotta per i diritti delle donne non è finita, ostacoli fisici e psichici, il tormento e l’offesa delle donne in base al loro genere sono presenti ogni giorno in Svizzera e nel mondo. Ma anche le lotte sono varie: delle donne s’oppongono in modi diversi nel Rojava, in Polonia, Argentina, Kenya, India e dappertutto nel mondo.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

“Costruite infrastrutture per sfuggire al bavaglio della censura!” Sull’attacco a linksunten.indymedia.org

Fonte: cavallette.noblogs.org

E’ la mattina del 25 agosto quando il ministro degli interni tedesco Thomas de Mazière dichiara ufficialmente la messa al bando del sito linksunten Indymedia. Il provvedimento viene notificato a tre persone, accusate di essere le amministratrici del sito. Nelle stesse ore la polizia federale tedesca si scatena: imbeccata dai servizi segreti (BND), ottiene un mandato di perquisizione contro il centro sociale Kulturtreff in Selbstverwaltung (KTS) di Friburgo. Durante il raid, che vede la partecipazione di 250 agenti, vengono sequestrati denaro ed attrezzature informatiche per un valore di 80.000 euro.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

24-25 novembre: serate di discussioni, proiezioni e musica contro il sistema carcerario al CS()A Molino

VENERDÌ 24 NOVEMBRE

19.30: cena vegana.

21.00: proiezione di “13th”
(regia di Ava Du Vernay, stati uniti, 2016, durata 100min, in lingua originale inglese sottotitolato in italiano). Il documentario ripercorre la storia e gli sviluppi dell’istituzione carceraria dall’”abolizione della schiavitù” al giorno d’oggi, focalizzandosi sulle intersezioni tra razzismo, sistema penale e carcerazione di massa nelle prigioni statunitensi, con particolare attenzione alla privatizzazione del settore e allo sfruttamento lavorativo dei/delle detenute/i ad opera di imprese private e dello Stato.
La schiavitù è stata davvero abollita? A seguire discussione.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Libia – Video sul massacro del 6 Novembre e sulle responsabilità della Guardia Costiera libica

Fonte: RoundRobin.info

Una settimana fa abbiamo avuto un’ennesima dimostrazione di come la Guardia Costiera libica non sia altro che il cane da guardia della Fortezza Europa, il cui compito non è di salvare i naufraghi ma quello di fare lo sporco lavoro di impedire ai migranti di lasciare vivi la Libia. La Guardia Costiera Libica attualmente viene addestrata dalla Forza Navale Europea, in base ad un accordo firmato dall’Ammiraglio Enrico Credendino e dal commodoro Abdalh Toumia, comandante della Guardia Costiera libica.

Il 6 novembre a 30 miglia dalle coste libiche in acque internazionali un Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Giornate di azione contro il vertice sulla migrazione: diario delle azioni

  Fonte: barrikade.info

Il 12 e il 13 novembre si incontrano a Berna i ministri responsabili per le politiche migratorie di diversi Stati (Gruppo di contatto del Mediterraneo centrale) per elaborare una strategia comune contro la migrazione. [aggiornamento: la giornata ufficiale per i lavori sarebbe domenica 13 novembre, a questo incontro sono state invitate anche l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (IOM), l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR).]

Proponiamo un riassunto, in ordine cronologico, di testi ed azioni in opposizione.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

La Svizzera e le persone eritree richiedenti l’asilo: rifiuto, rigetto e precarizzazione

Fonte: renversé.ch

Riportiamo un testo pubblicato in occasione di una manifestazione lanciata dalle comunità eritree in Svizzera contro la dittatura ed i rapporti diplomatici tra Berna ed il regime di Asmara, svoltasi il 10 novembre a Ginevra.

La Svizzera è il primo Stato europeo ad esigere che le/gli Eritree in esilio tornino nel loro paese di origine. Uno Stato dove il servizio militare non solo ha una durata indeterminata ma è anche sinonimo di schiavismo. Uno Stato dai cui confini è fuggito un quarto della popolazione. Quando sopravvivono alla traversata del deserto e a tutti i suoi pericoli, quando muoiono annegate nel Mediterraneo, quando riescono a fuggire al controllo militarizzato delle frontiere dell’Unione Europea1, quando finalmente raggiungono il territorio svizzero, le persone in esilio si trovano confrontate all’istituzione della diffidenza, la SEM (Segreteria di Stato alla Migrazione), che cerca con ogni mezzo di negare le ragioni che potrebbero permettere di ottenere accoglienza in Svizzera.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Bex (VD): un anno fa Hervé veniva ucciso dalla polizia

Fonte: renversé.co

Un anno fa, il 6 novembre 2016, Hervé Mandundu viene ucciso dalla polizia cantonale vodese. In seguito a questo dramma, oltre 1.000 persone partecipano ad una manifestazione con lo slogan “stop alla violenza poliziesca”, facendo da eco anche ad altre violenze poliziesche, come il pestaggio di Claudio da parte di agenti qualche giorno prima. Delle tematiche come il razzismo della polizia e la sua violenza ricevono così visibilità nel dibattito pubblico. Mentre la richiesta di giustizia e il diritto a conoscere la verità era una delle principali rivendicazioni della manifestazione, da allora le indagini sono andate avanti molto poco. Come sempre, le autorità prendono tempo quando si tratta di giudicare dei poliziotti, al fine di soffocare le dinamiche di solidarietà. Per evitare che questa storia cada nell’oblio, abbiamo incontrato i genitori di Hervé, la Signora ed il Signor Mandundu, per farci raccontare lo svolgimento dei fatti dal loro punto di vista, le loro speranze, i loro dubbi e le loro paure.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Lo Stato uccide, l’esempio di Lamine F.

Fonte: renversé.co

Questo testo è stato redatto sotto forma di discorso da una persona bianca del collettivo “Perce-frontière” (Buca-frontiere)

Al collettivo Perce-frontière preme innanzitutto porgere le più sincere condoglianze alla famiglia, agli/alle amici/che e ai/alle conoscenti di Lamine, il giovane uomo nero di 23 anni deceduto.

Se oggi siamo riunitx in strada è perchè la morte di questo giovane uomo nero è prevalentemente politica. Lamine ha infatti incontrato la morte mentre esercitava un diritto fondamentale, quello di poter circolare liberamente. Innanzitutto è stato vittima di un “racial profiling”1. Infatti mentre si trovava nei dintorni della stazione di Losanna è stato arrestato dalle guardie della violenza di Stato.

Quante persone bianche qui presenti sono regolarmente arrestate mentre svolgono le loro occupazioni quotidiane? Secondo me, nessuna. Questo non è un caso.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Torino – Tentata fuga e altre storie

Fonte: Macerie

Il cibo è una merda. Il più delle volte pranzo e cena vengono serviti marci al Cpr di c.so Brunelleschi. In molti decidono di non mangiarlo e di condividere quello dei pacchi di vettovaglie che arrivano da parenti e amici, in pochi si possono permettere di comprare qualche prodotto alimentare scegliendo dall’esosa lista che viene proposta.

Se non mangi la sbobba che ti servono, se non ti puoi permettere di acquistare altro – beh – tutti fattacci tuoi.

Qualche ragazzo arrivato dal Centro di Brindisi, trasferito nel capoluogo sabaudo a causa di lavori di ristrutturazione nel Cpr pugliese, dice che qui non si può permettere neanche di comprare il latte e che tutto dentro alle mura di c.so Brunelleschi ricorda la vita in catena di montaggio.

“Come in fabbrica sembra di stare qui! Vedi quasi sempre solo i lavoranti che fanno quello che gli dicono, i direttori e la polizia, e non si capisce mai come veramente funziona perché parli con questi che sono stronzi ma alla fine non contano un cazzo”. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Decorati l’ETH e il campus Irchel

Fonte: barrikade.info

“Zurigo, 24.10.2017

Questa notte abbiamo abbellito l’ETH e il campus universitario Irchel.
Con questa azione vogliamo protestare contro ogni sperimentazione animale, specialmente contro la sperimentazione su scimmie programmata dal Dr. Mante.

Ogni anno muoiono in tutto il mondo centinaia di migliaia di esseri viventi senzienti per una metodologia di ricerca antiquata, inutile e non trasferibile sull’essere umano.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Nessuno spazio per gli assassini!

Fonte: barrikade.info

Giornate di azione dal 9 al 13 novembre contro il vertice sulla migrazione dei ministri dell’interno a Berna.

Lager d’internamento nel deserto

Il 12 e il 13 novembre verrà organizzato a Berna dalla Svizzera il terzo vertice del cosiddetto “Gruppo di contatto del Mediterraneo centrale” (Central Mediterranean Contact Group). A questo vertice, oltre a Simonetta Sommaruga, vi prenderanno parte i ministri dell’interno di Algeria, Francia, Libia, Mali, Malta, Niger, Austria, Ciad, Tunisia ed Estonia come rappresentate della Comunità Europea.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Ancora una persona morta nelle galere dello stato

Fonte: renversé.co

Il 24 ottobre un uomo di 23 anni muore nel centro di dentenzione della Blécherette a Losanna. Le cause della morte non sono ancora state stabilite, ma i media escludono già l’intervento di una terza persona. La polizia apre un’indagine, più per obbligo in queste circostanze che per fare chiarezza sui fatti. Dopo 3 giorni la polizia si rende conto che la persona arrestata non era in realtà quella che pensava. Si puó vedere come le indagini proseguano molto bene… in ogni caso per i/le detentori/trici del potere è già stato detto tutto. La polizia fa il suo lavoro, le prigioni funzionano normalmente e non bisogna perturbare le solide fondamenta del sistema penitenziario. Le ragioni di quest’ennesima morte in galera non ci interessano. Un giorno passato dentro è già un giorno di troppo, e bisogna considerare le carceri come quello che sono, il luogo dove si tenta di rompere gli/le individux recalcitranti, dove vengono isolatx, uccisx.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Patate israeliane: bio e da commercio equo. Veramente?

Fonte: renversé.co

Riportiamo questo articolo di BDS Svizzera sulla commercializzazione di patate bio israeliane nei supermercati Coop in Svizzera, pur non condividendone per forza tutte le posizioni. Oltre a fornire dati interessanti sul caso specifico dello sfruttamento umano ed ambientale ad opera dello stato israeliano sulla popolazione e la terra palestinese, questo articolo fornisce un buon esempio di come il capitalismo riesca ad auto-certificarsi come bio, eco e solidale, mantenendo intatta la sua vera natura sfruttatrice ed ecocida.
Patate israeliane, bio e da commercio equo. Veramente?
Da molti anni, in primavera, gli scaffali dei grandi distributori svizzeri propongono patate importate da Israele. Queste ultime sono prodotte nella parte occidentale del deserto del Negev, una regione che conta meno di 200 mm di precipitazioni l’anno.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Argentina: Santiago Maldonado vive!

Fonte: roundrobin.info

L’omicidio di Santiago Maldonado ha innescato una serie di azioni in Argentina. Santiago scomparve il 1 agosto, rapito dalla Gendarmeria, e il 20 ottobre fu confermato che il cadavere trovato apparteneva al nostro compagno Santiago Maldonado. Speriamo che i responsabili subiscano la peggiore vendetta possibile.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Ultime azioni dirette e sabotaggi in svizzera

Fonte: barrikade.info

Con questa rubrica vogliamo dare visibilità a notizie relative ad azioni dirette e sabotaggi che avvengono in svizzera ma che molto spesso non vengono pubblicate sui media ufficiali per far credere all‭’ “‬opinione pubblica‭” ‬che viviamo in una società completamente pacificata in cui i conflitti sociali sono cosa del passato,‭ ‬e per evitare di dare‭ “‬il cattivo esempio‭”‬.‭ ‬Riportando queste notizie e comunicati in italiano vogliamo spezzare questo silenzio,‭ ‬fornire spunti di riflessione,‭ ‬e rafforzare la solidarietà con chi si oppone con ogni mezzo necessario ad ogni forma di oppressione e al sistema capitalista nel suo insieme.‭

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Aggiornamento sulle perquisizioni del 5 ottobre

Fonte: barrikade.info

09/10/2017

Secondo le nostre informazioni il 5/10/2017 su ordine della procura di Basilea ci furono cinque perquisizioni domiciliari nei cantoni di Basilea città e di Zurigo.

In un caso la persona interessata fu trovata sul luogo e arrestata, negli altri luoghi le persone non erano presenti nel momento delle perquisizioni domiciliari. Giovedì, due persone andarono poi in procura. Anche queste furono temporaneamente arrestate, ma da venerdì pomeriggio tutte e tre sono di nuovo a piede libero.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Antifascismo negli Stati Uniti: scorrimento di un conflitto con testimonianza dalla California

Fonte: Redazione Rosso e Nera

Negli Stati Uniti i nazionalisti sono tornati allo scoperto. Il movimento Antifa ed altre forze militanti si stanno organizzando per contrastare il fenomeno tentando di scacciare la presenza neonazista dalle strade e dal panorama politico. Siamo stati ad una delle conferenze organizzate in alcune città svizzere, dove un militante antifascista in visita da oltre oceano ha fornito una descrizione informativa cronologica dello sviluppo del conflitto, tutt’ora in svolgimento. L’attenzione verrà posta in particolare sugli eventi che riguardano la zona della Baia di San Francisco, città definita dal compagno una sorta di “hotspot” dell’estrema destra statunitense. Dall’elezione di Donald Trump si sono verificati in particolare in questa regione diversi tentativi di “rally” (raduni) nazionalisti, contro i quali si sono presentate altrettante contro-manifestazioni di carattere antifascista. Il testo può presentarsi lungo nel suo insieme, questo può comunque essere sorvolato con gli occhi dedicandosi maggiormente ad alcune parti. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Facciamo affondare gli architetti della repressione nel loro stesso cemento

Fonte: renversé.co

Nel canton Ginevra è stata indetta la gara di appalto per la progettazione del centro federale per richiedenti d’asilo (CFA) del Grand-Saconnex, come pure per i nuovi locali della polizia internazionale (PI), per il centro di cooperazione poliziesca e doganale (CCPD), e per il centro di detenzione amministrativa e di deportazione del Bois-Brûlé.

Sulla scia dell’indurimento del regime migratorio in svizzera (in particolare delle procedure accellerate o “fast track”) e nel contesto generale di una corsa verso una maggior “efficacia” in seno a tutte le istituzioni responsabili della gestione, del controllo e della repressione, nella città di confine di Ginevra nei prossimi anni dovrebbero sorgere delle nuove strutture repressive.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Ogni guardia rappresenta un confine

“e vincerà
Bang Bang
chi al cuore colpirà”
(Dalida)

Lo sbirro che ha sparato per tre volte contro il corpo di una persona sabato notte a Brissago, in uno dei tanti dispositivi di reclusione/marginalizzazione per migranti del Canton Ticino, ha difeso un confine.
La polizia e i confini nazionali uccidono, niente di diverso e niente di nuovo.
A causa e per mezzo dei confini si muore di fame, di guerre e di stenti, di stupri, di umiliazioni e di rabbia, per mari e deserti, nei camion o sui tetti dei treni, nei lager, per mano di sgherri e poliziotti a guardia di stati o in stati di guerra.
Si muore di polizia bianca, maschia, autoctona occidentale. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

La polizia uccide a Brissago

Riceviamo e pubblichiamo un testo su quanto avvenuto a Brissago la notte tra il 6 e 7 ottobre.

La mattina di sabato 7 ottobre, in un palazzo di Brissago dove vivono delle persone richiedenti l’asilo in svizzera, un agente della polizia cantonale ha ucciso un uomo di 38 anni. La versione dell’accaduto trapelata sui media è che la polizia sarebbe stata chiamata sul posto verso le 2 del mattino da due inquilini, perché minacciati dall’uomo.

L’uomo sarebbe sbucato all’improvviso sul pianerottolo con in mano due coltelli all’arrivo degli agenti, uno dei quali, dopo avergli intimato l’alt, da due metri di distanza avrebbe sparato tre colpi all’altezza del torace. L’uomo ucciso, originario dello Sri Lanka ed in svizzera dal 2015, era in attesa di una decisione della SEM (Segreteria di Stato alla Migrazione) in merito alla sua domanda d’asilo. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Hamburg, luglio 2017: una rivolta d’eccezione?

Riceviamo e pubblichiamo una riflessione sulle giornate di rivolta ad Amburgo del luglio scorso. Cogliamo l’occasione per diffondere la notizia della scarcerazione di Riccardo, un compagno arrestato durante il G20. Riccardo è stato scarcerato il 5 ottobre in seguito alla sentenza che lo ha condannato a 1 anno e 9 mesi con il beneficio della sospensione condizionale della pena.
Solidarietà ai/alle ribelli del G20! Libertà per tutti e tutte!

Hamburg – luglio 2017 – una rivolta d’eccezione?

Lo Stato, in qualsiasi luogo ed epoca, ha sempre esercitato il monopolio della violenza e modificato ripetutamente le leggi e il loro raggio di applicazione come meglio ha ritenuto opportuno e necessario.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Ogni politica migratoria è politica di segregazione e sfruttamento.

Autore: Collettivo zapatista lugano

Il caso dell’avanguardia svizzera.

“Le frontiere non sono più solo linee punteggiate sulle mappe e guardiole doganali, ora sono muraglie di eserciti e poliziotti, di cemento e mattoni, di leggi e persecuzioni. In tutto il mondo di sopra, la caccia all’essere umano si incrementa e si affanna in sporca concorrenza: guadagna chi più espelle, imprigiona, assassina”.

I muri sopra, le crepe in basso (a sinistra). Subcomandante Insurgente Moisés, Subcomandante Insurgente Galeano


Buon pomeriggio, compagne, compagni presenti al CIDECI.

Prima di tutto un forte abbraccio a tuttx coloro che sono statx colpitx o che hanno vissuto i pesanti terremoti di queste settimane. Ci hanno preoccupato parecchio i racconti degli amici e delle amiche, dei compagni e delle compagne di questo paese già duramente toccato dai morti e dai/dalle desaparecidos Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

5.10.2017 – Perquisizioni a Basilea, Zurigo e Winterthur

Fonte: Barrikade.info

Questa mattina sono state perquisite diverse case a Basilea, Zurigo e
Winterthur. Per il momento non possiamo dire niente sui motivi di queste
perquisizioni ed è possibile che ce ne saranno altre. Vi terremo
aggiornatx. Se hai subito o sei a conoscenza di perquisizioni segnalale
ad AntirepBasel all’indirizzo antirep-basel (at) riseup.net. Trovi la
chiave PGP sul sito web.

Posted in Generale | Leave a comment

Berna: manifestazione antifascista il 6 ottobre.

Fonte: reversé.co

Recentemente, degli episodi fascisti, razzisti e sessisti si sono accumulati a Berna e nei dintorni. Come antifascistx, pensiamo sia importante non voltarsi dall’altra parte, ma di fare di questi sviluppi un tema di discussione e di agire in maniera coerente. Per questo motivo, lanciamo una chiamata per una manifestazione antifascista rumorosa e colorata il 6 ottobre.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Vernice a Herzog & de Meuron

30/09/2017

A Basilea le cose si muovono. Da mesi lx abitanti di alcune case minacciate d’abbattimento s’organizzano in vari modi contro la propria espulsione. Ma nella Mülhauserstrasse 26 dopo mesi di resistenza è iniziato l’infame ristrutturazione totale.

Vogliamo contribuire a queste lotte, per cui abbiamo imbrattato con la vernice la facciata e il giardino di Herzog & de Meuron. Negli ultimi anni l’impresa ha subito sempre nuovi attacchi – per motivi impellenti:
Herzog & de Meuron è un ufficio d’architettura attivo a livello globale con sede principale a Basilea e corresponsabile per l’iper-gentrificazione in tante piccole e grandi città. Anzitutto sarebbe da sottolineare la torre Roche a Basilea, che anche nei suoi dintorni portava a una “expatizzazione” dex vicinx (per es. al Burgweg) oppure la Elbphilharmonie ad Amburgo, dove a luglio dell’anno corrente lx capx di Stato del G20 ascoltavano la “Ode alla gioia” mentre fuori imperversava la lotta per la strada e migliaia resistettero con coraggio e senza paura alla supremazia sbirresca. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

30.09.2017 – Presidio Internazionale Contro Benetton

Fonte: mapucheit.wordpress.com

Un saluto a tutte/i,

Siamo la Rete in difesa del popolo Mapuche di Milano.

Il 1 agosto 2017 nel Pu lof en resistencia a Cushamen, comunità mapuche in Argentina, c’è stata una violenta irruzione senza mandato di oltre cento gendarmi, che sono entrati sparando pallottole di gomma e piombo nella comunità, ed hanno sequestrato un solidale, Santiago Maldonado. Da quella data, di Santiago non si sa nulla. Per settimane lo stato ha negato la sua responsabilità per quanto successo.

Il territorio nel quale Santiago è scomparso, per lo stato argentino è di proprietà del gruppo Benetton, in realtà è terra che lo stato ha strappato alle popolazioni indigene durante la conquista del deserto(1872-1884), genocidio finanziato da compagnie inglesi che, a fine invasione, hanno ricevuto enormi quantità di territorio che Benetton ha comprato negli anni ’90.

Più i giorni passano e maggiore risulta il coinvolgimento di Benetton nella sparizione di Santiago Maldonado.

Pertanto invitiamo individualità, gruppi, spazi a manifestare il giorno 30 settembre 2017 nei vostri territori, secondo le forme e modalità che voi sceglierete. Chiediamo cortesemente che nelle attività non vi siano bandiere di partito. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Nuovo bollettino della Rete Internazionale in Difesa del Popolo Mapuche

Fonte: mapucheit.wordpress.com

Trovate qui il numero di agosto del bollettino.

dalla presentazione della R.I.E.D.P.M:

Siamo una Rete antiautoritaria ed autonoma, solidale al popolo Mapuche attraverso modalità orizzontali, di autogestione e di internazionalismo, con gruppi attivi a Milano, Roma, Amburgo e Oslo. Il nostro sostegno è diretto alla resistenza che il popolo affronta quotidianamente nei propri territori e alle sue rivendicazioni.

I nostri obbiettivi sono diffondere gli avvenimenti politici che riguardano la lotta del popolo Mapuche, denunciando l’intromissione capitalista delle multinazionali e la violenta repressione dello stato cileno ed argentino.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

La realtà dei migranti, le illusioni dell’accoglienza e i sogni di Minniti

Fonte: Connessioniprecarie.org

La tempesta dei migranti sembra essersi per ora acquietata. Gli spregiudicati accordi siglati dal ministro Minniti con il governo e le milizie libiche e il nuovo codice di condotta imposto alle Ong hanno drasticamente ridotto gli arrivi, sebbene non abbiano fermato del tutto le partenze. Nell’agosto di quest’anno si è registrato un calo dell’86% degli sbarchi rispetto all’agosto del 2016: dietro a questa percentuale ci sono donne e uomini migranti che, nei loro movimenti per arrivare in Europa, sono sottoposti a violenze ancora più intense e alla prospettiva di uno sfruttamento ancora più brutale. Per il governo italiano restano comunque numeri da sbandierare a un elettorato per niente rassicurato dalla presunta fine della crisi: i dati tanto celebrati dell’occupazione nascondono una precarietà e un impoverimento senza fine. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Terrorismo? A Nantes e a Grenoble lo Stato francese attacca Indymedia. Comunicato di solidarietà.

Fonte: renverse.co

A Nantes e a Grenoble, la rete Indymedia censurata dalle autorità

I siti Indymedia Nantes e Indymedia Grenoble sono stati minacciati dalla polizia francese per aver pubblicato un comunicato che rivendicava l’incendio, avvenuto tra la notte del 20 e 21 settembre, di un garage della gendarmeria di Grenoble. I gruppi che amministrano questi siti hanno ricevuto delle mail dall’Ufficio Centrale della Lotta contro la Criminalità legata alla Tecnologia d’Informazione e Comunicazione (OCLCTIC) che esigevano la rimozione degli articoli in questione entro ventiquattr’ore, sotto la pena di blocco e di dereferenziazione dei siti.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Venerdi 15 settembre 2017 – NEKANE È LIBERA!

Nekane è libera!!

Ma l’ingiustizia prosegue e prende nuove forme..

Siamo estremamente felici per il bel epilogo! Venerdì 15 settembre 2017, poco dopo le 20.15, Nekane Txapartegi è finalmente tornata in libertà, abbracciata fisicamente e idealmente da una grande cerchia di famigliari, compagn*, sostenit* e amic*!!

Siamo enormemente liet* nonostante non sia ancora chiaro cosa potrebbe accadere nel futuro di Nekane, soprattutto dopo che venerdì è aleggiata per ore la minaccia che venisse rinviata direttamente in Spagna, invece di essere rilasciata in libertà. Questo facendosi forti della vergognosa decisione negativa della Segreteria di Stato della Migrazione (SEM) alla domanda d’asilo di Nekane, per allinearsi alla decisione del Tribunale Penale Federale (TPF), ma negligendo alla loro funzione di protezione. I funzionari della SEM hanno infatti dato un esito negativo nonostante i referti medici provanti le torture e la verosomiglianza valutata da loro stessi in un primo tempo. Nekane avrebbe diritto all’asilo.

Fa soprattutto specie la presa di posizione del Tribunale Federale per la non entrata in materia, argomentata con il riconoscimento dello “statuto” di organizzazione terroristica dell’ETA, invece di riconoscere, o peggio ancora omettendo, le prove di colpevolezza della Spagna in quanto stato torturatore; non di meno l’esitazione vergognosa delle autorità zurighesi nel rilascio di Nekane dopo la decisione spagnola di ritiro della domanda di estradizione. Tutto questo chissà per quali ragioni politico-finanziarie/ideologiche nazionali di Spagna e Svizzera. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Round Robin: diario di bordo nella tempesta sociale

Segnaliamo che è da poco online un nuovo sito di controinformazione antiautoritario in lingua italiana, roundrobin.info. Dalla presentazione del progetto:

Round Robin vuole essere uno strumento di comunicazione orizzontale per la galassia antiautoritaria, un contenitore di notizie ed approfondimenti, uno spazio in cui sia possibile condividere manifestazioni ed eventi. Questo progetto vorrebbe rispondere alla necessità di uno strumento che raccolga notizie, riflessioni ed appuntamenti in modo più ampio e completo possibile, per questo non necessariamente i contenuti del sito rispecchieranno il pensiero degli amministratori.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Presunto colpevole

Fonte: renversé.co

Aggiornamento rispetto al processo a seguito di un’azione anti-OGM a Zurigo, in cui delle persone furono arrestate. Questo sistema giudiziario marcio prova una volta di più a che punto esso sia parziale e serva innanzi tutto ad eliminare le male erbe. Fortunatamente i semi infestanti sono già disseminati in ogni dove e, così, le azioni in questo inizio anno sono fiorite. Questa lotta continua e spacca.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Traduzione italiana del numero 4 di enough!

Pubblichiamo la traduzione italiana del numero 4 di enough!, giornale scritto da persone immigrate e rifugiate in svizzera, uscito in arabo e inglese nel giugno del 2017.

Per leggere il giornale in italiano clicca qui.
Per le altre lingue clicca qui.

Posted in Generale | Leave a comment

Azioni e sabotaggi in svizzera

Con questa rubrica vogliamo dare visibilità a notizie relative ad azioni dirette e sabotaggi che avvengono in svizzera ma che molto spesso non vengono pubblicate sui media ufficiali per far credere all‭’ “‬opinione pubblica‭” ‬che viviamo in una società completamente pacificata in cui i conflitti sociali sono cosa del passato,‭ ‬e per evitare di dare‭ “‬il cattivo esempio‭”‬.‭ ‬Riportando queste notizie e comunicati in italiano vogliamo spezzare questo silenzio,‭ ‬fornire spunti di riflessione,‭ ‬e rafforzare la solidarietà con chi si oppone con ogni mezzo necessario ad ogni forma di oppressione e al sistema capitalista nel suo insieme.‭ Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

In prigione “a casa propria”

Fonte: renversé.co

Da inizio 2016, l’Ufficio della popolazione (SPOP), l’Istituto vodese per l’accoglienza dei migranti (EVAM) e la Giustizia di Pace hanno generalizzato la messa in opera di misure di restrizione inaccettabili nei confronti di richiedenti l’asilo. Pur di fare cifre, di rinviare più gente possibile al minor costo, la giustizia vodese non esista a promulgare degli obblighi di dimora, uno più assurdo dell’altro.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Proiettili di gomma svizzeri uccidono e acciecano in Francia

Fonte: renversé.co

Dall’edizione del 13 agosto de Le Temps apprendiamo che: «La maggior parte dei poliziotti francesi sono equipaggiati con LBD 40, fabbricati dall’impresa Brügger & Thomet con sede a Thun.» Questa società fornisce migliaia di proiettili di gomma alla Francia e le sue cifre d’affari sono duplicate negli scorsi due anni. Tutto va’ a gonfie vele dunque per questa piccola-media impresa elvetica modello.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Basilea – Comunicato sullo sgombero della Schwarze Erle

26 agosto 2017 – Fonte: Barrikade.info – Trad. Redazione RossoeNera

Il centro abitativo e culturale “Schwarze Erle” é stato sgomberato in maniera infame mercoledì 23.08.2017. Una collaborazione – tra polizia e gente ambigua della cerchia della “sicurezza privata” – della quale nessuno vuole assumersi la responabilità.

Nonostante la casa sia stata occupata e resa viva da ormai due anni e mezzo con la tolleranza del proprietario (Signor Rösler), siamo stat*violentemente cacciat* senza preavviso con l’aiuto della polizia. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Settimane d’azione e corteo per la liberazione di Nekane

Riceviamo aggiornamenti dal Gruppo Nekane Libera e diffondiamo:

Dal 16 al 30 settembre settimane di azione per la liberazione di Nekane. Sabato 30 settembre corteo a Zurigo con pullman anche dal Ticino. Per riservazioni e informazioni: nekane.libera@inventati.org

 

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Germania: linksunten.indymedia sotto attacco.

Dai media di controinformazione si apprende che venerdì 25 agosto il Ministero dell’Interno tedesco ha annunciato la chiusura del principale portale internet di controinformazione di estrema sinistra del paese. Queste misure sopraggiungono in seguito a quanto avvenuto durante l’ultimo summit del G20 svoltosi ad Amburgo lo scorso mese di luglio.

Riportiamo un breve aggiornamento e a seguire un articolo di approfondimento del colletivo nordamericano CrimethInc.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Trad. italiana dell’opuscolo “Silenzio radio: su sabotaggi, repressione e segnali di fumo dalla clandestinità”

A metà luglio 2016 venne dato fuoco ad un’antenna radio a Zurigo sabotandola per più giorni.

Questa antenna radio era utilizzata dalla polizia comunale di Zurigo come antenna d’emergenza e si trattava di un’infrastruttura indispensabile per garantire le sue comunicazioni interne e, quindi, mantenere il suo controllo esterno e la sua autorità. Il giorno seguente all’atto di sabotaggio si svolsero diverse perquisizioni di polizia in diverse città svizzere. Secondo l’ordine di perquisizione, era ricercata una “persona fortemente sospettata”, “di cui furono trovati artefatti personalmente riconducibili”. Da tutti i luoghi perquisiti la polizia se ne è  uscita a mani vuote…

Versione PDF per la stampa dell’opuscolo.

Posted in Generale | Leave a comment

Il privilegio bianco

Traduzione dal francese di un testo di Rokhaya Diallo, tratto dal suo libro Racisme: mode d’emploi, Larousse, 2011, e pubblicato sul numero 9 della rivista Timult, pubblicata in Francia.

Il fatto di essere bianco viene messo in discussione molto poco. Si parla più volentieri di una “questione nera”, delle “minoranze visibili”, che della “maggioranza invisibile” o della “questione bianca”. Eppure, gli uni come gli altri svolgono un ruolo nei fenomeni legati al razzismo. La “bianchitudine”1 rimane una cosa impensabile in Francia. Da questa posizione “invisibile” deriva il fatto che i Bianchi ignorano la propria bianchitudine.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Generazioni mutanti

Ripubblichiamo il seguente testo uscito sul N.33 (febbraio-aprile 2016) di Voce libertaria dopo gli attacchi al Bataclan e allo Stade de France a Parigi.

“… e ci incastriamo l’una nell’altra, nella nostra incomprensione reciproca, dobbiamo adattarci, dice mamma con quello sguardo che non voglio più vedere, alla merda? Urlo, e dove comincia la resistenza?” (Come l’aria; Melinda Nadj Abonji)

“C’è un ordine che premia i più ubbidienti”, diceva cousin Jerry, “ma noi siamo stati chiamati a partecipare a un’altra festa.” (Bastogne; Enrico Brizzi, Maurizio Manfredi)

È stata definita Génération Bataclan. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Stati Uniti: un’antirazzista uccisa a Charlottesville

Traduzione del comunicato pubblicato dal colletivo anarchico nordamericano Crimethinc sui fatti dello scorso weekend a Charlottesville (Virginia), dove durante una mobilitazione per contrastare e fermare centinaia di neofascisti e neonazisti, Heather Heyer, un’attivista antirazzista di 32 anni, è stata uccisa da un fascista che ha travolto un corteo antifascista con la sua auto, ferendo altre 19 persone.

Per alcuni approfondimenti e resoconti delle giornate di lotta e scontri contro il raduno neonazista “Unite the right” vedi i link riportati in fondo all’articolo. A seguito di ciò che è successo a Charlottesville, in questi giorni in moltissime città degli stati uniti si sta svolgendo una fitta mobilitazione antifascista.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

ENOUGH! Giornale scritto da migranti in Svizzera (4 edizioni)

Pubblichiamo la traduzione italiana del numero 4 di enough!, giornale scritto da persone immigrate e rifugiate in svizzera, uscito in arabo e inglese nel giugno del 2017.

Per leggere il giornale in italiano clicca qui.
Per le altre lingue clicca qui.


Posted in Generale | Leave a comment

Fino a quando il razzismo non ci sarà più!

Fonte: renitente.

In questo testo racconto le mie esperienze di razzismo in svizzera. Parlo dalla mia prospettiva personale e non voglio incolpare nessunx. Per me, il problema non riguarda i documenti, piuttosto le condizioni di vita che rendono la mia vita difficile; riguarda queste cose che ti racconterò.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Incontro femminista FemWo 2017 a Belp (BE)

Dal 31 agosto al 3 settembre 2017 a Belp (vicino a Berna).

Volantino in italiano qui.

Cosa?

Il FemWo sarà un’occasione per aprire degli spazi di discussione o approfondire, sviluppare delle idee femministe e creare dei legami. Sono previsti dei workshop teorici e pratici, delle discussioni e dei momenti di tempo libero da organizzare in modo spontaneo. Il FemWo vuole creare legami tra le lotte femministe, anti-capitaliste e anti-razziste ponendo l’accento sull’intersezionalità (1).

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Nei centri federali, l’accesso alle cure mediche non è facile

Fonte: renversé.co, droit-de-rester.blogspot.ch

Pubblichiamo la traduzione di un articolo relativo alle condizioni nei centri di “accoglienza” in Svizzera. Convintx che, come ogni confine, anche questi luoghi di reclusione non dovrebbero esistere, pensiamo sia comunque importante condividere e diffondere informazioni relative al loro funzionamento, per fomentare la solidarietà alle persone che ci vivono e la resistenza contro il sistema migratorio svizzero.

Per presentare una richiesta d’asilo, le persone appena arrivate in Svizzera devono recarsi in un centro federale, dove soggiornano tre mesi o più, fino a quando la SEM (Segreteria di Stato della Migrazione) le trasferisce in un cantone.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Benvenuti in un Ticino da… incubo!

“Qui il sole è più intenso e caldo e le montagne ancora più rosse, qui crescono castagni, la vite, mandorli e fichi e la gente è buona, educata e gentile…”
Hermann Hesse, premio Nobel per la letteratura 1946

“Noi siamo venuti qua per essere riconosciuti come esseri umani, ma senza documenti è come una pena di morte. Possono seppellirmi in un posto e poi ciao, nessuno verrà a cercarmi, nessuno ne parlerà. Nessuno mi conosce, nessuno verrà a chiedere di me.”
William, migrante ivoriano senza documenti, bunker sul Lucomagno
Posted in Generale | Leave a comment

“On fait notre boulot, monsieur”

Apartheid, definizione. “Politica estremistica di discriminazione razziale perseguita dalle minoranze bianche nella Repubblica Sudafricana e attuata con ogni mezzo, anche violento, ai danni della libertà e dei diritti civili degli indigeni neri (formalmente abolito nel 1991)”.

Mercoledì pomeriggio. Luglio. Di nuovo l’afa che s’intrufola nelle menti. Montagne in vista, odori di disfatte. Nuria, pattinatrice catalana radiata dalla federazione spagnola, ipnotizza nei suoi volteggi beffardi. Il convoglio lascia Olten, puntuale. Ragazzi tatuati e riderecci caricano, ansimando, un carrello porta rifiuti adibito a contenitore per cibarie e alcolici.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Aggiornamenti su Nekane e iniziativa sulla tortura di genere il 3 agosto

Riceviamo e diffondiamo:

Abbiamo appreso la decisione da parte del Tribunale penale federale, in data 30 giugno, di respingere l’ultimo ricorso di Nekane Txapartegi contro la sua estradizione nello stato spagnolo. Non rimane che tentare l’ultimo ricorso al Tribunale federale.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

E’ uscito il quarto numero di ENOUGH!

ENOUGH! n.4, giornale scritto da persone immigrate

arabic, english: Leggi
italiano: Leggi

Posted in Generale | Leave a comment

Manifestazione al carcere aereoportuale di Zurigo

Fonte: barrikade.info

Sabato 24.6.2017 un gruppo di attivist* ha fatto visita al carcere aereoportuale di Kloten (Zurigo). Sono state fatte delle scritte, è stato appeso uno striscione al recinto, una telecamera di sorveglianza…

…è stata distrutta, fuochi d’artificio sono stati accesi e c’è stato uno scambio di parole tra i/le detenutx e i/le manifestanti. Oltre a FUCK COPS, FUCK SWISS, un detenuto gridava incessantemente LIBERTÉ, LIBERTÉ! È stato fatto anche un buco nella doppia recinzione, attraverso il quale sono volati dei sassi contro la facciata e le finestre del carcere. Quando il gruppo se l’è filata, sono arrivati gli sbirri, che vagavano in giro come degli scemi.

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Cosa sappiamo dei centri federali?


Riportiamo la traduzione di un articolo molto interessante che fa il punto della situazione sui campi federali nella Svizzera francese. Nonostante un approccio riformista alla questione dell’accoglienza, crediamo che costituisca un buon riassunto del malloppo Piano Settoriale Asilo, pubblicato dalla SEM nell’aprile 2017. Prima di questo articolo abbiamo cercato di fare un po’ il punto della situazione sul progetto del Centro federale previsto in Ticino.

Anche in Ticino è prevista l’apertura di un centro federale, e più precisamente in una zona a cavallo tra i comuni di Balerna e Novazzano, su un terreno di proprietà delle FFS.

Leggi l’articolo RISTRUTTURAZIONE ASILO E CENTRI FEDERALI (fonte: Renverse.co)

Ufficialmente si parla di una pianificazione fino al 2018 e di un inizio dei lavori di costruzione nel 2019, con un apertura prevista per il 2021. Il centro dovrebbe avere una capienza di 350 posti letto e 105 posti di lavoro per “l’espletamento delle fasi procedurali (registrazione, audizione, consulenza, ecc.)” oltre che per la sicurezza. Ma spulciando le informazioni contenute nel Piano Settoriale Asilo, e gli articoli apparsi sui media negli ultimi mesi, la situazione non sembra così chiara… Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Ristrutturazione dell’asilo: quello che sappiamo sui centri federali


Fonte: renversé.co

Un testo sulla messa in piedi dei centri federali, molto importante per tenersi aggiornatx sulle trasformazioni delle pratiche dello Stato nei confronti delle persone che esclude, privandole del diritto di esistere espellendole dal suo territorio, e fonte di ispirazione per situare le nostre pratiche e le nostre azioni contro tutte le persone di cui lo stato è composto…

Questo testo è stato pubblicato sulla piattaforma di informazione di Vivre Ensemble, l’11.04.2017 da Aldo Birna (incaricato dell’informazione sul settore rifugiati del Centro protestante di Ginevra). Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

21.06.2017 – Attacco incendiario a furgone Implenia

Nella notte al 20 giugno a Zurigo è stato depositato un ordigno incendiario sotto un furgone della ditta Implenia.

Implenia partecipa all’ampliamento della prigione Bässlergut a Basilea. Tutte le ditte, Istituzioni e individui che progettano, costruiscono e gestiscono i lager e le prigioni sono corresponsabili del mantenimento di queste strutture repressive. Questo fuoco è anche in solidarietà con la compa anarchica che ad Aachen è stata condannata per rapina in banca e con tuttx lx compas colpitx dall’operazione “Scripta Manent” in Italia. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Nel fiume e per i boschi, per bucare la frontiera

Fonte: www.anarresinfo.noblogs.org

Ascolta la diretta dell’info di Blackout con Stefano Bertolino, viedomaker freelance collaboratore di Fanpage, che sta seguendo i migranti. Ventimiglia.

Quando arriva l’estate a Ventimiglia il flusso di migranti diretti alla frontiera chiusa, più lento in inverno, si fa più fitto. Ogni anno sorgono gli accampamenti. Posti dove aspettare l’occasione giusta per provare a passare in Francia. C’è anche un campo della Croce Rossa, che può ospitare sino a 300 persone, controllate, schedate a rischio di essere rispedite alla casella di partenza. I più fortunati rischiano di tornare al posto dove sono approdati mesi, a volte anni prima. Per gli altri il rischio è la deportazione in Africa, in Asia, in uno dei tanti posti da dove la gente si mette in viaggio. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Dentro e contro l’accoglienza. Lo Stato, i migranti e il governo delle città

di MAURIZIO RICCIARDI  (25 aprile 2017)

«Designare un individuo come persona è espressione di disprezzo». Hegel

Tocca ancora una volta ai migranti sperimentare in anticipo il significato di trasformazioni politiche e istituzionali che coinvolgono tutti. Tocca a loro subirle direttamente, prima che molti altri uomini e donne siano costretti a provarle sulla propria pelle. La tempesta dei migranti che ormai da tempo investe l’Europa ha imposto un’accelerazione al governo neoliberale della crisi. L’accordo scellerato con la Turchia ha legittimato tutte le successive trasformazioni del regime di Erdogan, ma ha solo deviato il Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Traduzione italiana di enough!

È uscita la traduzione italiana dei primi tre numeri di enough!, giornale scritto da persone migranti in svizzera. Versione per la lettura quì. Per la stampa quì.

Dall’introduzione alla traduzione italiana:

La traduzione in italiano di enough! nasce dalla volontà di diffondere in italiano questo giornale. Abbiamo trovato interessante che ci fossero articoli scritti da persone che vivono sulla propria pelle l’esperienza della migrazione in svizzera e che lo scopo della pubblicazione fosse anche di diffondere notizie di atti di rivolta individuale o collettiva al fine di fomentare la solidarietà. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Germania – Deportazioni a Norimberga

3 giugno 2017 – Fonte: lavocedellelotte.it

No, non è una notizia datata 1933. Non è un articolo storico su violenze avvenute nella Germania di Hitler. E’ successo qualche giorno fa a Norimberga, paese tedesco governato dai socialdemocratici (SPD). Nella città che ospitò due importanti processi contro i criminali nazisti, oggi si rastrellano immigrati. Segno evidente del passo dei tempi. Un passo che ci sta portando a cadere in un fosso. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

Italia: lettera aperta su delle scene di ordinaria repressione.

Riceviamo e pubblichiamo questo testo, la testimonianza di una delle quotidiane retate delle forze dell’ordine contro le persone migranti, avvenuta in questo caso in un non luogo come la Stazione Termini di Roma, che ha reso ancora più difficile la creazione sul momento di relazioni di solidarietà e resistenza. “Come si può intervenire in situazioni del genere?”. Consapevoli di una difficoltà reale di intervento che non vogliamo nascondere, ci auguriamo che si apra una riflessione e discussione collettiva sulle pratiche di resistenza e solidarietà con chiunque subisca controlli e rastrellamenti. Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment

È uscito il terzo numero di Rizoma

E’ uscito il terzo numero di Rizoma, bollettino anarchico che ha lo scopo di diffondere la resistenza contro l’ingegneria genetica e il suo mondo. Al suo interno potrete trovare informazioni su qualche azione di sabotaggi, sugli additivi geneticamente modificati contenuti all’interno del foraggio animale, sulla ricerca della selezione vegetale nella Germania nazista, la presentazione di un nuovo gruppo di lotta contadina contro l’industrializzazione, delle analisi sulla green economy, sulle nuove colture di Agroscope, sull’autodeterminazione dei nostri terreni di lotta, un appello al sostegno finanziario di contro la repressione in seguito ad un’azione e un inedito fumetto di Tin-Tin…

Continue reading

Posted in Generale | Leave a comment