Berna – Ritorno su una settimana agitata

Un vento di rivolta soffia sulla capitale.
Uno stabile occupato è stato sgomberato nella giornata di mercoledi 22 febbraio e un altro ha ricevuto un avviso di sgombero per il giovedi seguente a mezzogiorno.
Motivi che hanno spinto delle persone ad uscire la sera del giorno dello sgombero per lanciarsi in piccoli scontri.
Ci sono stati altri cortei venerdi e sabato sera.

Aggiornamento del 26.02

Sabato sera una nuova manifestazione è stata annunciata per le 20 davanti al centro autonomo della Reitschule. La decisione  che è stata presa era di tentare una manifestazione colorata e non-offensiva, nella speranza che la polizia lasciasse la possibilità al corteo di avere luogo.
Al concentramento erano presenti tra le 400 e 500 persone ma quando il corteo ha tentato di uscire dal perimetro della Reitschule, la polizia l’ha bloccato accerchiando i/le manifestantx con dei camion dotati di griglie, idranti, ecc. Rendendo impossibile l’uscita e il corteo.

Un centinaio di persone hanno allora costruito delle barricate tutto attorno del centro autonomo e affrontato la polizia per molte ore.  Due manifestanti sono stati feriti e sei persone sono state controllate più tardi durante la notte vicino alla stazione e portate in centrale di polizia. La polizia ha annunciato di avere dieci feritx tra le sue fila, principalmente a causa dei laser.
Fatto interessante: durante la serata alcuni camion di proprietà dell ferrovie svizzere sono stati incendiati. Potrebbe essere che troviamo qui di seguito qualche ragione sul perchè questo agire:
https://renverse.co/Pourquoi-attaquer-les-CFF-627

Aggiornamento del 24.02 23.30

Un centinaio di persone si sone radunate verso le 20 davanti al centro autonomo della Reitschule per provare di camminare fino alla prigione situata in faccia al posto, quando un’armata di sbirri con 2 idranti e veicoli con barriere metalliche hanno accerchiato lo stabile della Reitschule impedendo alla gente di uscire. Gli sbirri sono stati allora attaccati a più riprese ed gli scontri sono tuttora in corso.

Aggiornamento del 22.02

Questo mercoledi mattina una casa occupata da dicembre 2016 in Effingerstrasse e minacciata di sgombero da varie settimane è stata sgomberata.
Lo sgombero è durato 7 ore, 19 persone sono state arrestate dentro la casa (parzialmente rilasciate il mercoledì sera), un centinaio d’agenti di polizia accompagnati da un idrante sono stati mobilitati e mezzo quartiere isolato. Le persone all’interno si sono difese con fuochi d’artificio e diverse barricate. Intorno alla casa, una cinquantina di persone si sono radunate per sostenere le persone resistenti all’interno, portando cibo e musica.
Poi intorno alle 15 un primo piccolo corteo spontaneo ha attraversato la città.
La sera stessa verso le 21 un corteo di circa 400 persone in collera si è lanciato nelle strade del quartiere studentesco di Berna, dopo un’ora circa di rivolta il corteo è terminato davanti alle porte della Reitschule.

Fonte: https://renverse.co/Berne-Retour-sur-une-semaine-agitee-fil-d-information-984

This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.